Autoritratto – Il tempo vola di Frida Kahlo: analisi completa dell’opera

Prepariamoci a conoscere un lavoro realizzato da Frida Kahlo, storica pittrice ed artista del Novecento, la quale ha realizzato tanti, famosi quadri durante la sua vita. Abbiamo già studiato qualche altra opera d’arte realizzata da questa artista come l’Autoritratto con treccia ed il misterioso Ritratto di Eva Frederick. Nell’articolo di oggi, conosceremo tutto, riguardo il quadro di Frida Kahlo intitolato Autoritratto – Il tempo vola.

Qui potrai apprendere tutte le informazioni di questo Autoritratto di Frida Kahlo: data di realizzazione, dimensioni, luogo di conservazione, descrizione ed analisi dell’opera.

Self Portrait Time Flies Frida Kahlo descrizione

“Autoritratto – Il tempo vola” Frida Kahlo

Data di produzione: 1929

Dimensioni: 77,5 x 61 cm

Dove si trova: Collezione di Antony Bryan

Si tratta di un olio su masonite realizzato nel 1929, l’anno in cui Frida Kahlo si sposò con Diego Rivera.

Questo autoritratto rappresenta l’evoluzione degli autoritratti di Frida Kahlo: in precedenza, l’artista, prendeva ispirazione in gran modo dai pittori rinascimentali (soprattutto Botticelli), utilizzando uno stile molto tradizionale; con questo lavoro, Frida cambia radicalmente, avvicinandosi al mondo messicano ed alla pittura parietale praticata da Diego.

Negli autoritratti precedenti, dominavano soprattutto delle tonalità scure e colori malinconici, mentre in questo lavoro, ogni aspetto viene ribaltato: Frida utilizza dei colori molto chiari, come si può notare dal suo vestito e dal cielo alle sue spalle, in netto contrasto con le tende nere, raccolte con dei cordoni rossi che si trovano ai lati della composizione.

Questo autoritratto costituisce un punto fondamentale negli autoritratti di Frida: lo stile che adottò in questo lavoro del 1929, lo avrebbe utilizzato fino alla fine della sua carriera artistica.

In questo lavoro, Frida ha i capelli raccolti e molto corti, che lasciano intravedere i lunghi orecchini che indossa, abbinati alla sua vistosa collana, posta in contrasto con il suo abito bianco.

Sulla destra si nota un orologio ed, alle spalle di Frida, si vede chiaramente un piccolo aereo; questi due elementi, visti insieme, alludono alla fugacità del tempo, che funge anche da titolo dell’opera.

Dario

Sono un blogger curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far conoscere i capolavori della storia dell'arte nell'era digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.