Conversione di San Paolo Caravaggio: Riassunto e Analisi delle Opere | Arteworld.it

Conversione di San Paolo di Caravaggio: Due Storie di Uno Stesso Momento

Conversione San Paolo Caravaggio Odescalchi Santa Maria del Popolo
Caravaggio Odescalchi (sinistra) La Conversione di San Paolo Caravaggio S. Maria del Popolo (destra)
Data di Realizzazione1600-1601
Dimensioni (Larghezza x Altezza)237 x 189 cm
TecnicaOlio su Tavola
Dove si TrovaCollezione Privata
Informazioni Caravaggio Conversione di San Paolo Odescalchi
Data di Realizzazione1600-1601
Dimensioni (Larghezza x Altezza)230 x 175 cm
TecnicaOlio su Tela
Dove si TrovaSanta Maria del Popolo, Roma
Informazioni Caravaggio S Paolo Santa Maria del Popolo

Caratteristiche Chiave

  • Il committente delle due opere è Monsignore Tiberio Cerasi, il quale voleva due opere raffiguranti San Paolo per decorare la cappella di famiglia nella chiesa di Santa Maria del Popolo a Roma
  • Caravaggio ha rappresentato due versioni della scena in cui San Paolo viene accecato sulla via di Damasco ed ha una visione di Dio che gli chiede di smettere di continuare le persecuzioni dei cristiani e di convertirsi
  • La 1° versione dell’opera si trova nella collezione privata Odescalchi, mentre la 2° versione dell’opera si trova nella chiesa di Santa Maria del Popolo, a Roma
  • Nella 1° versione dell’opera San Paolo è più anziano ed in alto a destra c’è Cristo accompagnato da un angelo che va verso il soldato romano; nella 2° versione invece è a terra, con gli occhi chiusi causati dalla visione e non c’è Dio, ma soltanto un forte raggio di luce

Storia delle 2 Versioni

Il lavoro è stato commissionato da Monsignore Tiberio Cerasi, il Tesoriere Generale della Camera Apostolica (durante il pontificato di Papa Clemente VIII) nel Settembre 1600.

Ha richiesto a Caravaggio di farla posizionare nella cappella che ha comprato nella chiesa di Santa Maria del Popolo a Roma, dopo averla fatta ristrutturare.

Il Monsignore, nel frattempo, ha commissionato anche una pala d’altare ritraente l’Assunzione della Vergine Maria ad Annibale Carracci.

Il 4 maggio 1601 Tiberio muore, proprio nel bel mezzo dei lavori di restauro della cappella.

Caravaggio aveva ricevuto l’incarico di realizzare 2 versioni della scena della conversione di San Paolo, ma ora, con la morte del cliente, le cose si complicano.

Le opere vengono comunque pagate all’artista dall’Ospedale della Consolazione, il quale si occupa dell’eredità del Monsignore.

In attesa che i lavori di restauro della cappella vengano completati, Caravaggio mantiene i lavori nel suo studio.

In seguito ad un accordo con gli eredi del Monsignore, Caravaggio riporta i suoi lavori su tela, che poi nel 1605 vengono collocati nella cappella quand’è pronta.

Forse Caravaggio ha fatto questa operazione per adattare i suoi lavori originali alle dimensioni ridotte della cappella completata.

Poi i lavori finiscono di collezionista in collezionista, finché in seguito ad un’eredità finisce tra le proprietà della principessa Vittoria Odescalchi-Balbi di Pioviera.

Ecco perché oggi la 1° versione si trova nella collezione privata della famiglia Odescalchi, mentre l’altra è nella chiesa di Santa Maria del Popolo, a Roma.

Descrizione della Conversione di San Paolo Odescalchi

Conversione San Paolo Caravaggio Odescalchi
Conversione di San Paolo Caravaggio (Versione Odescalchi)

Nota: Il soggetto rappresentato nell’opera è raccontato negli Atti degli Apostoli, secondo cui il soldato romano Saulo sta viaggiando sulla via di Damasco, finché all’improvviso gli compare Gesù in una visione accecante che gli chiede di fermare le persecuzioni dei cristiani da parte dei romani e gli richiede di convertirsi.

Nella prima versione del lavoro di Caravaggio San Paolo è caduto da cavallo ed è a terra, accecato.

Particolare Saulo Conversione San Paolo Odescalchi Caravaggio
Particolare di Saulo Caravaggio

La visione di Dio è improvvisa e Saulo porta le mani agli occhi tentando di proteggersi dalla comparsa immediata.

Particolare volto Saulo Conversione San Paolo Odescalchi Caravaggio
Particolare del volto di Saulo

In questa versione Caravaggio ritrae San Paolo come un uomo anziano con capelli corti e barba marrone.

È nudo ed ha soltanto alcuni elementi della divisa militare romana:

Particolari abbigliamento soldato romano Saulo Conversione di San Paolo Caravaggio
Particolare dei dettagli dell’abbigliamento militare di Saulo
  1. Pteruges: le frange che i soldati indossano sotto all’armatura
  2. Cinta di cuoio che regge la spada e sta sul fianco sinistro
  3. Elmo con piuma a a terra a sinistra

In compagnia di San Paolo c’è un soldato anziano che sta alzando la lancia per difenderlo dalla visione divina.

Particolare soldato anziano conversione San Paolo Caravaggio Odescalchi
Particolare del soldato anziano

La visione è composta da Gesù ed un angelo che lo sostiene.

Particolare Cristo Angelo Conversione di San Paolo Odescalchi Caravaggio
Particolare di Cristo e dell’angelo

A completare il quadro c’è il cavallo dei soldati che anche lui guarda spaventato verso l’alto l’improvvisa comparsa.

Particolare cavallo Conversione San Paolo Caravaggio Odescalchi
Particolare del cavallo

Curiosità: In secondo piano si vede un fiume. Si tratta dell’Aniene, un fiume che scorre nei pressi di Roma.

Particolare fiume Aniene Conversione San Paolo Odescalchi Caravaggio
Particolare del fiume Aniene

Descrizione Conversione di San Paolo 2° Versione

    Conversione San Paolo Caravaggio Santa Maria del Popolo
    Conversione di San Paolo (Versione di Santa Maria del Popolo)

Nella seconda versione dell’opera Saulo è a terra ed ha le braccia aperte verso l’alto.

    Particolare Saulo Conversione San Paolo Santa Maria del Popolo
    Particolare di Saulo

È molto più giovane rispetto a quello rappresentato nella prima scena.

    Particolare Saulo Conversione San Paolo Caravaggio Odescalchi Santa Maria del Popolo
    Particolare delle 2 versioni di San Paolo

Il protagonista è accompagnato da un vecchio soldato che regge il cavallo e gli fa alzare una zampa per evitare di calpestare l’uomo a terra.

    Particolare cavallo soldato romano anziano conversione san Paolo Santa Maria del Popolo
    Particolare del cavallo e del soldato anziano

Il cavallo occupa gran parte della scena, dando vita ad una composizione strana ed innovativa.

Invece di rappresentare la visione con la figura di Cristo e l’angelo, Caravaggio sceglie di dipingere un forte bagliore.

Ci sono due ipotesi sul perché ha fatto questa scelta:

  1. Per soddisfare una richiesta del cliente di dipingere la scena tale e quale a come riportata negli Atti degli Apostoli
  2. Caravaggio ha cercato di mantenere la scena quanto più reale possibile, poiché al momento della conversione di Paolo, Gesù era morto e risorto e quindi ha scelto di non renderlo visibile per non alterare il realismo dell’opera

Domande Frequenti sul Quadro di Caravaggio Conversione di Paolo

Dove si trova il dipinto di Caravaggio La conversione di San Paolo?

Un dipinto di Caravaggio La conversione di San Paolo è conservata nella Basilica di Santa Maria del Popolo, mentre l’altra si trova nella collezione privata della famiglia Odescalchi.

Dario

Sono un blogger curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far conoscere i capolavori della storia dell'arte nell'era digitale.

7 risposte

  1. Angela ha detto:

    Piacevole e interessante lettura dei dipinti.
    Però ,perché non ci parli sell.importanza del chiaro _scuro che distingue i due dipinti..
    Elemento di forza di Caravaggio.

  2. Alessandro Spissu ha detto:

    Ciao, una precisazione: Saulo di Tarso non era un soldato romano. Era un ebreo appartenente alla setta dei farisei, mandato dal Sinedrio di Gerusalemme a perseguitare i cristiani di Damasco.

    • ALDO ha detto:

      Era nato a Tarso una cittadina che faceva parte di un protettorato Romano quindi i suoi cittadini era cittadini romani a tutti gli effetti.

  3. Maria ha detto:

    Mi piacerebbe sapere la relazione esistente tra pi greco e conversione di Saulo..grazie

  4. valeria ha detto:

    Chi è il personaggio dietro al cavallo nella “Conversione di San Paolo”- Santa Maria del Popolo?

    • Dario Mastromattei ha detto:

      Ciao Valeria, quel personaggio è lo stalliere, il quale ha il compito di badare e guidare il cavallo del soldato romano Saulo.

  5. Anna Giulia ha detto:

    Mi piace come esponi ma sarebbe bello conoscere anche particolari che hanno ispirato la realizzazione di queste opere. Bravo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *