War. The Exile and the Rock Limpet di William Turner: analisi completa del quadro

Protagonista di oggi è un nuovo quadro di William Turner, prolifico e famoso pittore dell’Ottocento, il quale ha lasciato un importante segno nel mondo dell’arte moderna britannica e non solo grazie ad un eccellente abilità di mescolanza di colori e la realizzazione di scorci spettacolari. Abbiamo visto in passato un quadro molto interessante di Turner, intitolato Sunrise with Sea Monsters, una tela che tutt’ora è oggetto di innumerevoli discussioni tra gli studiosi riguardo la corretta interpretazione. Il quadro che andremo a studiare oggi è intitolato “War. The Exile and the Rock Limpet”.

In questo articolo troverete tutte le informazioni fondamentali riguardanti questo importante lavoro di William Turner: prima di tutto leggeremo la data di realizzazione, le dimensioni e le altre informazioni di ambito tecnico, poi successivamente ci dedicheremo all’analisi approfondita di “War. The Exile and the Rock Limpet”.

war the exile and the rock limpet turner Napoleon

“War. the exile and the Rock Limpet” William Turner

Data di realizzazione: 1842

Dimensioni: 103 x 102 cm

Dove si trova: Tate Britain, Londra

Questo lavoro del Turner pittore è strettamente correlato ad un altro quadro sempre dello stesso artista, intitolato Pace – Seppellimento in mare, poiché il tema trattato è molto similare. Il protagonista, che si trova poco a sinistra rispetto al centro della tela è Napoleone Bonaparte, ritratto durante il suo esilio a Sant’Elena; poco dietro di lui è possibile scorgere una guardia che probabilmente lo stava scortando al suo arrivo sull’isola designata per l’esilio.

L’intento di William Turner non è ne di di esaltare o distruggere la figura di Napoleone, piuttosto di mostrare la sua “normalità”: distante dalle grandi civiltà e privato delle sue principali ricchezze, Napoleone non può più provocare alcun danno alle nazioni nemiche. A rendere ancor più credibile quest’ipotesi, è la scelta di rappresentare Napoleone molto più piccolo rispetto a tutto l’ambiente che lo circonda: non è lui il vero protagonista della tela, ma la natura, con i suoi colori; il cielo, con la luce del tramonto conferisce colori tendenti al rosso a tutto l’ambiente, che sembra quasi assorbire la camicia rossa indossata dalla guardia dietro Napoleone.

La tonalità dominante, ovvero il rosso ricorda anche la violenza dei conflitti e delle guerre a cui Napoleone ha partecipato. Sulla destra della tela, quasi avvolto dalle nubi, è possibile scorgere delle rovine ed alcuni edifici.

Dario Mastromattei

Sono un blogger curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far conoscere i capolavori della storia dell'arte nell'era digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.