Venere in conchiglia di Pompei pronta per il restauro

Venere in conchiglia

Venere in conchiglia

Tra le tantissime opere che oggi si trovano al mondo, non tutte sono in condizioni ottimali e proprio per questo ci sono i restauratori che grazie al loro lavoro riescono a dare un tocco originale alle grandi opere del passato.

A Pompei, grandiosa città della Campania celebre per i suoi resti della città antica inondata dalla lava, proprio in questi giorni si stanno discutendo i termini del progetto che dovrà dare nuova linfa vitale a tutto il sito.

Il progetto che prende il nome di “Grande progetto Pompei” che dovrebbe concludersi intorno al 31 dicembre 2015, darà la possibilità di ridonare la bellezza originale di tantissime opere che popolano il sito di Pompei e tra queste una in particolare è molto interessante, ovvero la Venere in conchiglia.

La domus della Venere in conchiglia è una bellezza storica davvero interessantissima, facente parte di altri ritratti che si presentano sul peristilio della domus, che certamente non sono da meno e contribuiscono a rendere tutta la zona di un’importanza molto rilevante soprattutto dal punto di vista culturale.

La Venere in conchiglia, rappresentata insieme ad altri due amorini è una rappresentazione fedelissima della divinità, una delle più belle di sempre ed è rimasta danneggiata dai bombardamenti del 1943. L’italia dovrebbe difendere con le unghie e con i denti un patrimonio del genere, visto che permette a tutti noi di ricordare da dove veniamo e sopratutto dove stiamo andando. Senza radici non siamo niente e senza cultura siamo solamente animali.

Speriamo che attraverso queste riparazioni tutto possa tornare ad un grado di bellezza epico, degno della bellezza di Venere. A presto nuovi aggiornamenti riguardo queste zone e tante altre che in Italia meritano ogni tipo di attenzione per riuscire a risollevare le sorti del patrimonio culturale e storico italiano, un perno fondamentale nella forza di questo paese. Spargete la voce!

Via

Dario

Sono un blogger curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far conoscere i capolavori della storia dell'arte nell'era digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.