Statua di San Longino di Gian Lorenzo Bernini: analisi completa della scultura

Studiamo un’importante opera scultorea realizzata da Gian Lorenzo Bernini nella capitale d’Italia, Roma. Bernini era uno degli scultori più ammirati ed abili di tutto il Seicento, e gran parte delle sue opere vennero richieste anche da altri stati, come nel caso della Statua equestre di Re Luigi XIV. Nell’articolo odierno andremo a scoprire tutti i dettagli che riguardano un altro suo importante lavoro, intitolato Statua di San Longino .

In questo breve articolo troverete tutto quello che riguarda tale lavoro del Bernini: la data di realizzazione, il preciso luogo di conservazione e molti dettagli legati alla descrizione dell’opera, così da avere una panoramica pregna di informazioni su questa statua.

Statua San Longino Vaticano Bernini

“Statua di San Longino” Gian Lorenzo Bernini

Data di realizzazione: 1629-1638

Dimensioni: NON DEFINITE

Dove si trova: Basilica di San Pietro, Città del Vaticano

San Longino, secondo i testi cristiani, era un soldato romano che ferì con un colpo mortale Gesù Cristo mentre era intrappolato sulla croce; proprio nel momento in cui la lancia di Longino colpì il corpo di Gesù, il soldato si convertì immediatamente al cristianesimo.

La Statua di San Longino del Bernini è una parte del complesso lavoro del Baldacchino presente nella Basilica di San Pietro: questa scultura venne iniziata proprio mentre erano in atto i lavori per la realizzazione del suddetto Baldacchino; lo scultore infatti, durante l’opera, riuscì a ricavare ben quattro nicchie che avrebbero ospitato in seguito degli enormi altari (che sarebbero serviti anche da reliquari) di alcuni Santi, i cui resti erano ancora conservati, ovvero: Longno, Andrea Apostolo, Elena e Veronica.

Il Bernini sceglie di rappresentare San Longino nel momento culminante della sua storia, ovvero nel preciso istante durante il quale si converte: per rendere al meglio questa azione, lo scultore sceglie di rappresentare il protagonista con le braccia allargate e con la faccia rivolta in alto, verso Dio.

Le caratteristiche stilistiche che rendono il San Longino un’eccezionale opera scultorea di Gian Lorenzo Bernini sono le seguenti:

  • Grande virtuosismo barocco presente nelle vesti del soggetto, che è strettamente collegabile all’indescrivibile emozione provata da Longino durante la conversione (elemento rintracciabile anche nel volto dello stesso santo)
  • L’abbigliamento di Longino sembra essere mosso da un forte vento, che agita in modo poderoso tutta la veste e mostra gli eccezionali panneggi realizzati
  • La lancia con cui San Longino ha trafitto il costato di Cristo è visionabile sulla sinistra, e da essa sembra provenire una forza incalcolabile, paragonabile alla forza della fede
  • Il movimento delle vesti di San Longino mettono in primo piano il gesto delle braccia
  • Un forte e complesso gioco di ombre si articola sulle cavità e rotondità del marmo, ad enfatizzare ancora una volta la sensazione di agitazione

La statua è un nuovo esempio della straordinaria abilità scultorea e manuale di Gian Lorenzo Bernini.

Dario Mastromattei

Sono un blogger curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far conoscere i capolavori della storia dell'arte nell'era digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.