Sole e vita di Frida Kahlo: analisi completa dell’opera

Frida Kahlo è stata una delle più grandi e carismatiche pittrici del Novecento. Quest’artista, per mezzo delle proprie opere, è riuscita ad imporsi come una delle figure femminili più importanti della storia dell’arte contemporanea, e tra i suoi dipinti più famosi, abbiamo avuto possibilità di studiare il Dimas morto e l’Autoritratto con Stalin. Oggi, continueremo a studiare Frida Kahlo, andando ad approfondire tutto ciò che riguarda l’opera intitolata Sole e vita, conosciuta anche come Sun and Life.

Qui potrete leggere tutte le informazioni fondamentali su questo lavoro di Frida, quali data di realizzazione, dimensioni, luogo di conservazione ed anche l’analisi stilistica dell’opera.

sole-e-vita-frida-kahlo-analisi

“Sole e vita” Frida Kahlo

Data di realizzazione: 1947

Dimensioni: 50 x 40 cm

Dove si trova: Collezione di Manuel Perusquia, Galleria Arvil, Città del Messico

Questo dipinto, così come tanti altri lavori di Frida, sono strettamente collegati a dei fatti della sua vita.

Frida Kahlo, quando aveva diciotto anni, rimase coinvolta in un gravissimo incidente d’autobus, che cambiò radicalmente la sua vita; a causa di questo fatto e dei danni riportati al proprio corpo, Frida, divenne completamente sterile.

Da quel momento in poi, il tema della fertilità divenne sempre più frequente nella pittura di Frida Kahlo, e Sole e Vita ne è un esempio.

In questa tela, conservata in Città del Messico, il protagonista è un sole rosso, il quale, sta donando forza e vitalità alle grandissime piante ce lo circondano.

La forma delle piante ricorda il membro maschile, mentre il sole, caratterizzato anche dalla particolare presenza di un terzo occhio (che sta piangendo), ricorda un feto.

Il gran numero delle piante presenti nell’opera, sembrano quasi voler abbracciare, o meglio, proteggere il feto che sta crescendo all’interno del sole.

Il fatto che il sole stia piangendo, probabilmente non è altro che un simbolo della tristezza di Frida riguardo l’impossibilità di poter avere un bambino.

Dario Mastromattei

Sono un blogger curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far conoscere i capolavori della storia dell'arte nell'era digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.