Ritratto di una giovane donna di Sandro Botticelli: analisi completa dell’opera

Sandro Botticelli è stato un grande artista del Quattrocento, autore di tanti importantissimi lavori conosciuti a livello mondiale, come ad esempio la Nascita di Venere, ma è stato anche il creatore di altre fondamentali opere, come ad esempio le Prove di Cristo, visionabili all’interno della Cappella Sistina. Oggi proseguiremo nella conoscenza di questo artista, attraverso l’analisi dell’opera intitolata Ritratto di una giovane donna.

Qui potrete leggere tutto quello che sappiamo riguardo questo ritratto di una giovane donna di Botticelli, partendo da alcuni semplici dati, come data di realizzazione, dimensioni e luogo di conservazione, per poi passare successivamente alla descrizione della tempera su tavola del Botticelli.

Ritratto di una giovane donna Sandro Botticelli analisi

“Ritratto di una giovane donna” Sandro Botticelli

Data di realizzazione: 1480-1485

Dimensioni: 82 x 54 cm

Dove si trova: Städel Museum, Francoforte

Non si sa praticamente nulla riguardo la provenienza di questo lavoro e su come sia arrivata in Germania.

Molti critici discutono riguardo l’attribuzione di questa tempera su tavola al Botticelli, ma la stragrande maggioranza degli esperti riconoscono nel soggetto rappresentato, la persona di Simonetta Vespucci, donna amata da Giuliano de’ Medici.

Simonetta Vespucci sembrerebbe essere protagonista di diverse opere del Botticelli, ed infatti, anche la celebre donna rappresentata all’interno della Nascita di Venere assomiglia moltissimo a quella ritratta in questo lavoro.

Botticelli dipinge la donna girata di tre quarti, lasciando grande spazio al medaglione che porta al collo, ovvero una copia al contrario di un antico cimelio, con protagonisti Apollo e Marsia; tale medaglione, secondo le fonti, sarebbe appartenuto a Lorenzo de’ Medici, e questo ha reso più semplice identificare la donna che fa da soggetto nell’opera del Botticelli.

il volto della donna è incorniciato da dei lunghi capelli ondulati, intrecciati con dei nastri a più colori e delle perle, che vanno a mescolarsi con un complesso copricapo riccamente decorato.

Il collo della protagonista, inoltre, sembra essere più allungato rispetto alla realtà, ed inoltre, il busto appare sottodimensionato rispetto allo stesso collo.

Il vestito indossato dalla donna è smerlato e ricorda quello delle donne della borghesia fiorentina.

Se vuoi saperne di più su Simonetta Vespucci ed i capolavori di Sandro Botticelli, ti suggerisco di leggere il libro che puoi trovare cliccando sul banner qui sotto. È un documento eccezionale, economico e permette di conoscere Sandro Botticelli in modo semplice ed efficace. Cosa aspetti?

Banner generico acquista libor

L’utilizzo dello sfondo scuro, permette al soggetto di risaltare in modo netto su tutta la composizione, ed inoltre, di apprezzare i minuziosi dettagli relativi alle decorazioni e l’abbigliamento che sono stati inseriti da Botticelli.

 

 

Dario Mastromattei

Sono un blogger assetato di conoscenza curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far scoprire i capolavori e la bellezza dell'arte nell'era digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *