Ritratto della donna in bianco di Frida Kahlo: analisi completa dell’opera

Frida Kahlo è stata una grande pittrice del Novecento, autrice di innumerevoli quadri, tutti eccezionali esempi di arte naif. Tra i lavori più importanti di questa artista, abbiamo già analizzato Natura morta con pappagallo e frutta ed il Ritratto di Alejandro Arias. Oggi scopriremo tutto ciò che riguarda il Ritratto della donna in bianco.

Qui potrete leggere tutto quello che riguarda questo misterioso ritratto della donna in bianco di Frida Kahlo: data di produzione del quadro, le dimensioni, il luogo di conservazione attuale dell’opera e la sua analisi stilistica.

ritratto-della-donna-in-bianco-frida-kahlo-analisi

“Ritratto della donna in bianco” Frida Kahlo

Data di realizzazione: 1930

Dimensioni: 81 x 119 cm

Dove si trova: Collezione privata, Berlino

Nel 1930, Frida Kahlo e Diiego Rivera, vivevano a San Francisco, e durante quel periodo, Frida si dedicò alla realizzazione di innumerevoli ritratti: questi lavori erano spesso destinati agli amici, o alle mogli dei collaboratori di Diego.

Nonostante il gran numero di studi effettuati, nel tentativo di dare un’identità al soggetto di questo lavoro di Frida, ancora oggi, non si sa chi sia questa donna vestita da sposa.

La donna in questo quadro, ha lo sguardo rivolto verso l’osservatore, l’espressione seria ed  indossa un abito completamente bianco.

Alle sue spalle, si trova un balcone: non è presente alcun tipo di dettaglio che permetta di identificare il paesaggio dietro la protagonista.

Ad entrambi i lati del quadro, si trovano due lembi di una tenda nera, raccolti da due grandi corde color oro.

La donna, nel suo candido vestito bianco, è in netto contrasto con l’ambiente scuro che la circonda, proponendosi come un simbolo di purezza ed innocenza.

Sulla testa della sposa, si nota un nastro privo di scritte: ciò suggerisce che il lavoro è stato abbandonato dalla pittrice prima del suo completamento.

Le cause che avrebbero portato all’abbandono della tela da parte di Frida sarebbero riconducibili all’interruzione del rapporto tra questa donna e la pittrice.

Secondo alcuni studiosi, questa donna misteriosa potrebbe essere stata la prima amante di Frida, mentre, secondo altri, potrebbe essere una conoscente della pittrice, il cui rapporto però, si sarebbe concluso inaspettatamente, portando all’abbandono dell’opera.

 

Dario Mastromattei

Sono un blogger curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far conoscere i capolavori della storia dell'arte nell'era digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.