Ragazzo dal panciotto rosso di Cézanne: analisi completa del quadro

Dopo esserci dedicati in gran modo ai vari eventi artistici che stanno impegnando alcuni dei più grandi musei in Europa, torniamo nuovamente in compagnia di Paul Cézanne, leggendario artista di metà ‘800, il quale è stato un pittore che ha spianato la strada per la nascita di un nuovo movimento artistico che avrebbe cambiato la storia in futuro, ovvero il cubismo. Il quadro che andremo ad analizzare oggi è uno dei suoi più famosi ed è intitolato Ragazzo dal panciotto rosso.

Ragazzo dal panciotto rosso Cézanne analisi significato

“Ragazzo dal panciotto rosso” Cézanne

Data di produzione: 1890-1895

Dimensioni: 80 x 64,5 cm

Dove si trova: Sammmlung E.G. Bürle, Zurigo

Questo quadro senza dubbio è uno dei più popolari tra le opere realizzate da Cézanne, e oggi cercheremo di capire il perché di tutto questo successo e quali sono le caratteristiche che sono alla base dell’opera. Per capire tutto ciò, dobbiamo anche fare un momento il punto della situazione, mettendo in relazione questo quadro con uno realizzato ben trenta anni prima, ed uno in particolare: Il negro Scipione.

Il quadro appena citato è una delle opere giovanili di Cézanne, e guardandolo per bene possiamo notare non poche somiglianze con il Ragazzo dal panciotto rosso. Mentre all’interno del quadro giovanile possiamo vedere un Cézanne molto “forte e vigoroso” nella pittura che si nota soprattutto attraverso un’aggressiva stesura di colare e anche per mezzo del fortissimo contrasto tra il colore del soggetto e l’ambiente che lo circonda e che richiama in particolare i grandi maestri d’arte del passato come il Tintoretto, Courbet e Delacroix.

Negro Scipione Cézanne

“Il negro Scipione” Cézanne

Anche se questi sono elementi che caratterizzano il periodo giovanile del pittore francese, bisogna tenere in considerazione che sono presenti anche altre caratteristiche che invece rimarranno invariate anche nel periodo adulto e maturo di questo artista ed in particolare una forte attenzione alla resa della realtà, la monumentalità dell’immagine e soprattutto anche l’introspezione fortemente emotiva dei soggetti che fanno da protagonisti nei quadri di Cézanne.

Il Ragazzo dal panciotto rosso rappresenta quindi l’evoluzione artistica di questo artista, e messo in contrapposizione con l’opera Il negro Scipione possiamo notare alcuni richiami ma anche diversi elementi che sono completamente spariti nello stile di Cézanne, ad esempio quelli di cui abbiamo parlato nel paragrafo qui sopra.

Trent’anni dopo la realizzazione del ritratto di Scipione, Cézanne è completamente cambiato, e lo si nota nell’utilizzo del colore: basti guardare solo il panciotto del ragazzo che anche se è di un colore rosso acceso non è in fortissima contrapposizione con tutto l’ambiente che circonda il soggetto (cosa che invece accade nel quadro giovanile), poi le linee sono più definite e tutto è maggiormente dettagliato.

Il quadro Ragazzo dal panciotto rosso ha fatto gola a molti ladri, tra cui tre uomini armati nel 2008 lo hanno rubato, ma fortunatamente è stato ritrovato qualche tempo dopo e riportato nel luogo di conservazione.

  • 1
    Share

Dario Mastromattei

Sono un blogger assetato di conoscenza curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far scoprire i capolavori e la bellezza dell'arte nell'era digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *