Panca da giardino di James Tissot: analisi completa dell’opera

Eccoci nuovamente con un altro quadro famoso James Tissot, artista di cui stiamo facendo brevemente conoscenza attraverso la descrizione di alcuni dei suoi lavori più conosciuti. Dopo aver visto da vicino il celebre “La colazione sull’erba”, che, senza dubbio era uno dei momenti più rappresentati dai pittori Impressionisti, adesso ci apprestiamo a capire qualcosa in più su un altro lavoro di Tissot, intitolato “Panca da giardino”.

Il commento quadro di Tissot ci permetterà di capire qualcosa in più sul suo stile e sulla grandiosa abilità che gli ha permesso di diventare uno degli artisti più in voga del suo tempo, e che anche nella cultura contemporanea è riconosciuto ed affermato.

Panca da giardino James Tissot analisi

“Panca da giardino” James Tissot

Data di produzione: 1882

Dimensioni: Sconosciute

Dove si trova: Sconosciuto

Pur avendo effettivamente poche informazioni su questo lavoro di Tissot, senza dubbio possiamo catalogarlo alla prima fase della sua produzione artistica, il quale, poco più ventenne, si apprestava a diventare celebre grazie alla riproduzione su tele di diversi momenti, luoghi e personaggi appartenenti alla Parigi festaiola e mondana.

La seconda fase della sua produzione artistica lo portò in Palestina, dove cambiò radicalmente il suo stile per dedicarsi alla realizzazione di piccole immagini, stampe e quant’altro, relative al mondo biblico e soprattutto del Nuovo Testamento, che gli permisero di guadagnare molti soldi e di mantenersi.

Tornando a questo quadro, possiamo dire che tecnicamente è sublime, i colori utilizzati sono i più vari, dove dominano le cromie naturali, come il verde, marrone e rosso, ma anche il bianco, blu ed alcune variazioni del giallo per quanto riguarda gli indumenti dei protagonisti.

Facendo attenzione al volto della donna, è possibile notare che proprio quest’ultima è la stessa donna che si nota in primo piano ne “La colazione sull’erba”, riconoscibile proprio per il medesimo abbigliamento. Il piccolo gruppo di protagonisti, composto proprio da questa donna e tre bambini, sono tutti legati tra loro attraverso teneri gesti, e curiosamente, solo i più giovani guardano direttamente il pittore, mentre la donna è rivolta verso il bambino sulla sinistra.

L’opera non è certamente di matrice impressionista, poiché l’opera è eccezionalmente curata in ogni suo dettaglio, e non catturata en plein air, come suggerirebbe la regola principale di questa scuola e come si può notare in una simile opera di Manet. Basti guardare le decorazioni presenti sulla panca, per rendersi conto che il dettaglio è eccezionale e non frutto di una pittura rapida e priva di preparazione.

Nella composizione, ogni singolo dettaglio è stato curato: a partire dalle decorazioni presenti sulla panca, ma anche i pattern dei vestiti dei protagonisti, per poi passare anche a tutta l’ambientazione naturale che fa da cornice al’intera scena: i fiori, gli alberi ed anche il fieno in fondo a destra della composizione; nulla è lasciato al caso in questo lavoro, dimostrando ancora una volta la grande abilità tecnica e pittorica di Tissot.

Dario

Sono un blogger curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far conoscere i capolavori della storia dell'arte nell'era digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.