Nude in a Black Armchair di Pablo Picasso: analisi completa dell’opera

Scopriamo tutto quello che riguarda un’importante opera di Pablo Picasso, prolifico artista vissuto nel Novecento che ha completamente influenzato un epoca attraverso il suo stile unico ed inconfondibile, fino a diventare vero e proprio portabandiera del movimento cubista. Abbiamo potuto scoprire molto dell’importanza di Picasso nell’arte contemporanea grazie allo studio de Natura morta con sedia impagliata, ed oggi andremo a conoscere maggiori aspetti del suo stile artistico attraverso l’analisi di un’opera intitolata “Nude in a Black Armchair”.

Qui potrete trovare tutti i dettagli relativi al quadro, quali data di realizzazione, dimensioni, luogo nel quale attualmente è in esposizione ed ovviamente una descrizione approfondita del lavoro di Picasso, in modo tale da conoscere tutti gli aspetti di “Nude in a Black Armchair”.

Nude in a black armchair Picasso analisi

“Nude in a black armchair” Pablo Picasso

Data di realizzazione: 1932

Dimensioni: 162 x 130 cm

Dove si trova: Wexner Center for the Arts, U.S.A.

Questo lavoro è stato completato da Picasso il 9 Marzo 1932, nel periodo durante il quale viveva all’esterno di Parigi, precisamente a Boisgeloup. L’opera in questione è davvero molto importante, poiché costituisce il primo elemento di una lunga serie di quadri di grandi dimensioni che Picasso realizzò proprio nel 1932 con protagonista Marie-Thérèse Walter, sua famosa amante e modella.

Il quadro è la testimonianza perfetta dello “scambio” artistico tra Pablo Picasso ed Henri Matisse; secondo alcuni critici d’arte, il famoso pittore cubista, prende in prestito da Matisse le tipiche curve presenti nei lavori di quest’ultimo per simboleggiare il piacere ed oltre a questo, Picasso “deruba” anche il forte utilizzo del nero tipico dell’altro artista, utilizzato in questo caso per mettere in primo piano il rosa che compone grande parte di questo quadro.

Guardando con più attenzione, è possibile notare che nel groviglio compositivo, protagonista è una donna completamente nuda, con alle sue spalle una pianta: entrambi gli elementi sono di grande importanza, poiché simboleggiano la fecondità.

Oltre al già citato nero che costituisce la poltrona su cui è sdraiata la donna, gli altri toni presenti in questo lavoro sono il rosa, il blu sulla sinistra (che si ripropone in modo molto più chiaro sulla pianta), marrone ed una sfumatura di arancione che tende al giallo sulla sinistra.

 

Dario Mastromattei

Sono un blogger curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far conoscere i capolavori della storia dell'arte nell'era digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.