Memling in mostra a Roma dall’11 ottobre 2014 al 18 gennaio 2015

Come ogni domenica, torniamo ad occuparci delle mostre che si trovano in giro per l’Italia, e dopo aver visto le date relative all’esposizione di Jeremy Mann, questa volta invece ci occupiamo di un’artista fiammingo le cui opere hanno ispirato il lavoro di grandi artisti del futuro: Hans Memling. L’esposizione che andremo a vedere infatti, in tutti i dettagli riguarda la mostra Memling Roma ottobre 2014.

mostra-memling-roma-ottobre-2014

Luogo della mostra: Scuderie del Quirinale, Roma

Data apertura mostra: 11 ottobre 2014

Data chiusura mostra: 18 gennaio 2015

Orari di apertura al pubblico: Da domenica a giovedì dalle 10.00 alle 20.00, venerdì e sabato dalle 10.00 alle 22.30

Costo biglietto: 12 € ma è possibile usufruire di alcune riduzioni che potete consultare sul sito ufficiale della mostra

La mostra Memling Roma ottobre 2014 porta nella città eterna uno dei pittori fiamminghi più popolari di sempre, successivo al grandissimo Jan van Eyck, il quale permise a moltissimi artisti italici contemporanei di poter creare uno stile proprio e diventare delle leggende nel mondo attuale. Essendo un pittore della seconda metà del ‘400, Hans Memling si specializzò soprattutto in quadri a tema religioso come era usanze dell’epoca, e tra le opere più importanti di questo artista fiammingo possiamo ricordare sia il Trttico di Danzica che il Trittico Donne, ma gli sono stati attribuiti quasi un centinaio di quadri.

Grazie alla mostra Memling Roma ottobre 2014 potrete osservare alcune delle opere che hanno reso celebri questo pittore fiammingo, e soprattutto ammirare le caratteristiche innovative che egli stesso ha portato all’interno della pittura, perfezionando in gran parte la definizione dei paesaggi e che ritroveremo successivamente anche in artisti contemporanei del nostro paese.

Mostra-memling-roma-ottobre-2014-quadro

Per la sua grande abilità, come indicato in precedenza, è considerato l’unico vero erede dei maestri fiamminghi di prima generazione, ed è stato un vero e proprio innovatore grazie anche alla realizzazione di ritratti molto verosimili e dalla purezza davvero unica. La pittura ad olio di Memling è servita per aprire la strada a tutti i ritrattisti del futuro, e anche se a distanza di ben quattro secoli possiamo ricordare alcune opere di Vincent Van Gogh, il quale ha lasciato il segno realizzando alcune opere del genere.

La mostra prende il nome di “Memling. Rinascimento fiammingo” ed è visitabile presso le Scuderie del Quirinale dall’11 ottobre 2014 fino al 18 gennaio 2015; un appuntamento improrogabile per tutti gli amanti dell’arte del ‘400.

Dario

Sono un blogger curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far conoscere i capolavori della storia dell'arte nell'era digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.