Mostra Escher Firenze 2024: Biglietti, Orari ed Informazioni |

Escher in Mostra al Museo degli Innocenti di Firenze: Informazioni, Biglietti e Costi

ATTENZIONE

La mostra è terminata il 7 Maggio! In questo articolo trovi le informazioni dell’ultima mostra su Escher che si è tenuta a Firenze. Quando ce ne sarà un’altra, aggiornerò il post con le nuove informazioni.

Mostra Escher Firenze 2023
Costo BigliettoDa 16,00€ (Audioguida Inclusa)
Dove Si Tiene La MostraMuseo degli Innocenti, Firenze
Orari di AperturaTutti i Giorni: 9:00-19:00
(La Biglietteria chiude un’ora prima)
Date MostraApertura: 20 Ottobre 2022
Chiusura: 26 Marzo 2023 / 7 Maggio 2023
Aperture StraordinarieMartedì 1 Novembre: 9:00-19:00
Giovedì 8 Dicembre: 9:00-19:00
Sabato 24 Dicembre: 9:00-15:00
Domenica 25 Dicembre: 12:00-19:00
Lunedì 26 Dicembre: 9:00-19:00
Sabato 31 Dicembre: 9:00-15:00
Domenica 1 Gennaio: 12:00-19:00
Venerdì 6 Gennaio: 9:00-19:00
(La Biglietteria chiude un’ora prima)
Informazioni📞 +39 055 0981881
Informazioni Mostra Escher Firenze

Qui trovi tutte le informazioni per la mostra su Escher al Museo degli Innocenti a Firenze.

Costo Biglietti

Tipo BigliettoCosto
Intero (con audioguida)Da 16,00€
Ridotto (con audioguida)

• Adulti 65 Anni Compiuti (con documento)

• Ragazzi 11-18 Anni Non Compiuti

• Studenti fino a 26 Anni Non Compiuti (con documento)

• Militari e forze dell’ordine

• Diversamente abili

• Giornalisti con regolare tessera dell’Ordine Nazionale

• Possessori card Arthemisia

• Dipendenti e agenti Generali e clienti Assicurazioni Generali in possesso di Dem nominali

• Possessori card Fashion Passport

• Iscritti McArthurGlen Club di Barberino Designer Outlet (acquistabile solo in cassa da lunedì al venerdì, no festivi)

• Possessori tessera unicoop Firenze (acquistabile solo in cassa da lunedì al venerdì, no festivi)

• Possessori depliant “Mercato Centrale” dedicato alla mostra (acquistabile solo in cassa)

• Possessori del biglietto della mostra di Palazzo Strozzi Olafur Eliasson – Nel suo tempo (acquistabile solo in cassa)
Da 14,00€
Ridotto Gruppi

La prenotazione ed il microfonaggio sono obbligatori (Minimo 7 persone, Massimo 20)
Da 14,00€
Ridotto Universitari (con audioguida)

Ogni lunedì tranne i festivi per tutti studenti universitari senza limiti di età
Da 12,00€
Ridotto Trenitalia (con audioguida)

Per Chi ha un biglietto Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca con destianzione Roma e con data fino a 2 giorni prima all’ingresso della mostra. Il biglietto puoi comprarlo solo alla biglietteria della mostra e devi esibire il titolo di viaggio
Da 8,00€
Ridotto Scuole

La prenotazione ed il microfonaggio (per scuole secondarie 1° e 2° grado) sono obbligatori (Massimo 25 persone)
Da 6,00€
Ridotto Bambini (con audioguida)

Per Bambini da 5 a 11 anni non compiuti
Da 7,00€
Biglietti Omaggio

• Bambini fino a 5 anni non compiuti
• Accompagnatore o guida di gruppo prenotato (1 ogni gruppo)
• Insegnanti in visita con alunni/studenti (2 ogni gruppo)
• Soci ICOM (con tessera)
• Un accompagnatore per disabile
• Possessore coupon invito
• Possessore VIP Card Arthemisia
• Giornalisti con regolare tessera dell’Ordine Nazionale (serve la richiesta di accredito da parte della Redazione all’indirizzo press@arthemisia.it)
• Guide turistiche autorizzate (serve la richiesta di accredito per il sopralluogo all’indirizzo didattica@arthemisia.it indicando nominativo e data della visita, no festivi almeno 48 ore prima della stessa)
GRATIS
Informazioni costi biglietti mostra Escher Firenze

Percorso della Mostra

Ecco com’è organizzata la mostra.

Sezione 1: Gli Inizi

I primissimi lavori di Escher sono legati all’Art Nouveau che andava di moda in Europa nel 19° secolo con le sue caratteristiche decorazioni legate al mondo della natura.

Anche lui ha realizzato delle stampe – molto realistiche – di fiori ed insetti.

Quando arriverà in Italia (la sezione successiva della mostra è dedicata proprio al nostro Paese), produrrà un sacco di disegni di paesaggi ed elementi naturali.

I suoi progetti poi li trasformerà in xilografie e litografie.

Sezione 2: Italia

Escher visita per la 1° volta l’Italia nel 1921 con i suoi genitori.

Nel 1923 si trasferisce a Roma e qui collabora con altri artisti e conosce persone legate alle gallerie d’arte.

Come detto prima, si ispira moltissimo alla natura per i suoi progetti e cerca di rintracciare le strutture geometriche celate al suo interno.

Nel 1935 si trasferisce in Svizzera per evitare la minaccia fascista che sta acquisendo sempre più potere.

Sezione 3: Tassellature

Nel 1936 fa un 2° viaggio in Spagna dove perfezionerà il proprio stile.

Qui si appassiona alla tassellatura, realizzando decorazione geometriche basate su triangoli, quadrati ed esagoni (come una sorta di piastrelle).

Questa sezione della mostra approfondisce il legame che Escher ha trovato tra geometria, animali e figure umane.

Sezione 4: Metamorfosi

L’artista elabora dei nuovi mondi fantastici unendo la tecnica della tassellatura con delle forme astratte: uccelli diventano pesci e lucertole cambiano aspetto diventando parte di un alveare.

Sezione 5: Struttura dello Spazio

Fin dall’inizio della sua carriera, Escher ha sempre dimostrato una grande passione per la struttura dello spazio.

E quando lascia l’Italia nel 1937 si focalizza moltissimo su questo aspetto.

Per lui lo spazio è composto da differenti entità che entrano in un’unica stampa.

Diverse strutture saltano l’una dentro l’altra come se fossero delle superfici riflettenti.

Struttura 6: Paradossi Geometrici

La matematica per Escher è una passione visiva ed intuitiva.

I suoi lavori sono basati sulla prospettiva in un primo momento.

Cambiando punto di osservazione poi si vede che i risultati ottenuti sono delle scene impossibili.

Nel 1954 le sue stampe vengono esposte al Congresso Internazionale dei Matematici ad Amsterdam ed è un successo.

Qui si confronta con esperti e trova ispirazione per nuovi lavori.

In questa sezione della mostra ci sono i suoi capolavori più importanti:

Struttura 7: Lavori su Commissione

Escher è diventato famoso soltanto negli ultimi anni della sua vita.

E così per guadagnare qualche soldo ha accettato dei lavori su commissione.

In questo spazio ci sono quelli che sono diventati celebri.

Sezione 8: Eschermania

Nell’ultima area della mostra si vede come Escher abbia influenzato moltissimi campi (oltre che l’arte): cultura popolare, musica, cartoni animati, fumetti, pubblicità, film, ecc.

Dario

Sono un blogger curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far conoscere i capolavori della storia dell'arte nell'era digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *