Melo in fiore di Mondrian: Descrizione e Analisi |

Melo in Fiore di Mondrian: Natura Essenziale

Melo in fiore Mondrian
Data di Realizzazione1912
Dimensioni78,5 x 107,5 cm
TecnicaOlio su tela
Dove si TrovaGemeentemuseum Den Haag, l’Aia
Informazioni Mondrian Melo in fiore

Caratteristiche Chiave

  • Mondrian semplifica la rappresentazione dell’albero componendolo soltanto con linee curve dritte, verticali ed orizzontali
  • Nella ricerca di un linguaggio figurativo di semplificazione e rappresentazione dell’essenziale, l’artista elimina qualsiasi traccia di profondità nell’opera
  • Mondrian utilizza pochissimi colori per quest’opera: bianco, nero ed un mix tra verde e grigio su più toni

Nota: Purtroppo non ho trovato informazioni sulla storia di quest’opera. Se hai dei suggerimenti lascia un commento in fondo a questa pagina aggiornerò l’articolo.

Descrizione

Protagonista della tela è un melo composto solo da linee curve dritte, verticali ed orizzontali; tra l’altro sono linee spezzate che messe vicine formano quasi dei tondi.

Particolare delle linee circolari come rami

Nelle opere di questo periodo Mondrian è alla ricerca di un nuovo modo di realizzare la forma usando pochi elementi visivi:

  • Linee nere verticali ed orizzontali che si uniscono tra loro in modo ortogonale
  • Utilizzo di colori primari (giallo, rosso e blu)

Vuole trasformare la rappresentazione puntando all’essenziale ed all’astratto.

Le linee dell’albero in quest’opera sono molto stilizzate e lo rendono quasi irriconoscibile (come accade anche in Albero grigio ed Albero rosso, altre 2 famose opere di Mondrian).

Particolare dell’albero

Nella fascia bassa della scena sembra che ci sia un accenno di prato, una sezione dell’albero e dei rami laterali.

Particolare del prato, del tronco e dei rami laterali

Mentre nella fascia alta c’è il cielo ed i rami che tendono nella zona superiore.

Particolare dei rami superiori

I colori che l’artista usa – oltre al bianco ed il nero – sono il verde/grigio con diverse variazioni, lasciando alcune zone con tonalità più fredde ed altre con tonalità più calde.

La sezione bassa è più colorata, mentre la sezione alta tende ad essere quasi uguale al fondo del dipinto.

Particolare dei colori

Il nero invece è il colore principale per le linee del melo.

Mondrian elimina la profondità nella scena, lasciando tutto su due dimensioni.

La struttura dell’albero si riconosce a malapena osservando tutta la struttura di linee che si concentra nella parte centrale dell’opera.

Curiosità: Tracciando una linea al centro della tela, le altre linee che compongono l’albero a destra e sinistra sono quasi del tutto simmetriche.

Particolare della simmetria della scena

Dario

Sono un blogger curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far conoscere i capolavori della storia dell'arte nell'era digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *