La raccolta di Camille Pissarro: analisi completa dell’opera

Proseguiamo ancora una volta tra i quadri famosi Pissarro, e dopo aver analizzato “La raccolta del fieno”, restiamo ancora una volta nel mondo rurale per andare a scoprire un altro lavoro molto interessante, intitolato “La raccolta”, dove andremo a scoprire ulteriori dettagli dello stile pittorico di questo artista impressionista che ebbe un forte influsso anche sui pittori che lo seguirono.

In questo articolo troverete la descrizione de “La raccolta”, e prima di partire effettivamente con l’analisi stilistica del lavoro, andremo a scoprire quelli che sono i dettagli fondamentali, quali dimensioni del quadro, luogo di conservazione e data di realizzazione dell’opera stessa.

La raccolta Pissarro analisi

“La raccolta” Camille Pissarro

Data di produzione: 1882

Dimensioni: NON DEFINITE

Dove si trova: The National Museum of Western Art, Tokyo

Quest’opera, proprio come tanti altri lavori dello stesso Pissarro, mette in primo piano il mondo agrario, mostrando anche in questa tela la dura realtà che i contadini dovevano affrontare ogni giorno, stracolma di lavoro. Anche altri artisti riuscirono a dare grandissima importanza al mondo dei contadini: da una parte vi era Van Gogh, il quale apprezzava e cercava di rappresentare al meglio questi lavoratori della terra, mentre alcuni anni dopo vi fu anche la figura di Bouguereau, il quale invece li elevava al grado di antichi eroi greci, distaccandoli dalla realtà.

Questo quadro di Pisarro fu uno dei trentasei lavori che furono presenti alla settima mostra impressionisti, insieme alle tele di molti altri artisti, tra cui non ci furono però quelle di Edgar Degas.

Analizzando la composizione della scena realizzata da Pissarro, è possibile notare che al centro della scena non è presente alcun protagonista, bensì tutti i contadini dono posti sul lato ed accanto ai mucchi di fieno, così da dare a tutti la stessa importanza e senza rendere alcun contadino più importante di un altro sulla tela, e così riuscendo a realizzare una composizione ritmica della scena.

I protagonisti sono otto, di cui quattro donne quattro uomini, i quali stanno raccogliendo il fieno; la presenza della donna in primo piano sulla sinistra, vestita con abiti color rosso, distrae in un primo momento l’osservatore, portandolo a concentrare la sua visione su quest’ultima piuttosto che sulla scena proposta nel quadro Pissarro.

Guardando il mucchio di fieno che trattiene in mano questa donna vestita di rosso, è possibile notare che sia puntato verso il lato destro della composizione, proprio dove la scena è più spaziosa ed aperta.

Questo costituisce una delle Pissarro opere più conosciute nella lunga produzione artistica del celebre artista.

Dario Mastromattei

Sono un blogger assetato di conoscenza curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far scoprire i capolavori e la bellezza dell'arte nell'era digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *