La colazione sull’erba di James Tissot: analisi completa dell’opera

Analizziamo quest’oggi un opera di un artista che non ha bisogno di presentazioni, poiché anche protagonista anche di una interessante mostra a Roma che sta ottenendo un grandioso successo tra il pubblico. L’artista in questione è proprio James Tissot, ed all’interno di questo articolo andremo a scoprire da vicino uno dei suoi quadri più belli, intitolato “La colazione sull’erba”.

In questo post, prima di tutto troverete tutti i dettagli relativi al quadro, partendo dalla dimensione, data di realizzazione e il luogo di conservazione attuale. Successivamente passeremo all’analisi stilistica del lavoro ed effettueremo una breve analisi del lavoro, così per contestualizzare lo stile di Tissot e scoprire i punti fondamentali della sua pittura.

La Colazione sull'erba James Tissot analisi

“La Colazione sull’erba” James Tissot

Data di produzione: 1881-1882

Dimensioni: 20 x 27 cm

Dove si trova: Museo delle Belle Arti, Dijon, Francia

Se avete prestato attenzione al titolo dell’opera, vi sarete resi conto che il lavoro di Tissot è intitolato esattamente come uno dei principali capolavori della produzione di Manet, anche se effettivamente ci sono innumerevoli differenze. Da una parte, la tela di Manet suscitò un grande scandalo presso il pubblico per la nudità inspiegabile della donna tra gli uomini ben vestiti, e successivamente, la critica non riusciva a spiegarsi uno sfondo così mal realizzato e privo di dettagli.

Il lavoro di Tissot è nettamente differente, poiché anche la sua carriera artistica viaggia su un binario completamente diverso rispetto a quello di Manet. Avendo partecipato ed esibito alcuni dei suoi lavori nel 1859 al Salon, quando aveva solo ventitré anni, poco dopo riesce a farsi notare soprattutto per i ritratti della Parigi altolocata. Proprio in questi lavori scopre la sua eccezionale abilità nel rappresentare i volti femminili.

La bellezza ed il realismo delle donne sono le caratteristiche fondamentali dei lavori di Tissot, e lo possiamo notare anche in “La colazione sull’erba”, dove a rappresentare ciò che abbiamo detto, è proprio la donna in primo piano e che guarda l’artista, divertita.

A circondare la donna in primo piano, sono presenti donne, ragazze e bambine, le quali sono tutte intente a fare un pic-nic. Guardando le partecipanti, e soprattutto focalizzando la nostra attenzione sulla donna vestita di blu scuro, non è ben chiaro se Tissot abbia scelto di rappresentare un momento di un corso dedicato all’educazione delle buone maniere per le giovani donne.

Ponendo la nostra attenzione sul lato sinistro della tela, proprio accanto alla donna vestita blu scuro, è possibile notare una donna che è vestita esattamente dello stesso colore dell’albero che ha alle spalle.

Tissot, nella sua pittura non tralascia alcun dettaglio: partendo dal pattern dei vestiti delle protagoniste, fino a giungere alle cibarie presenti sul tavolo e gli animali che, incuriositi ed attratti dal cibo, si avvicinano al pic-nic, provenendo dal lato destro della tela.

I colori utilizzati sono caldi e soprattutto realistici: troviamo delle cromature scure utilizzate per le vesti delle donne, per poi passare a colori decisi come il blu ed il rosso per i cuscini accanto alla donna in primo piano, o ancora il marrone chiaro ed il verde, utilizzati rispettivamente per gli animali e l’erba che circonda tutta la scena.

Dario

Sono un blogger curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far conoscere i capolavori della storia dell'arte nell'era digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.