Incredulità di San Tommaso Caravaggio: Storia, Descrizione e Significato | Arteworld.it

Incredulità di San Tommaso di Caravaggio: Vedere Per Credere

Increduilità San Tommaso Caravaggio
Caravaggio l Incredulità di San Tommaso
Data di Realizzazione1600-1601
Dimensioni (Larghezza x Altezza)107 x 146 cm
TecnicaOlio su Tela
Dove si TrovaBildergalerie, Potsdam
Informazioni Caravaggio Tommaso

Caratteristiche Chiave

  • L’opera di Caravaggio si trova nella Bildergalerie di Potsdam, in Germania
  • Ci sono diverse copie di quest’opera (alcuni studiosi pensano che anche quella di Potsdam sia una copia), alcune delle quali sono conservate in collezioni private (Parigi e Bologna) ed altre si trovano agli Uffizi a Firenze, in Inghilterra ed un’altra a Madrid
  • Il committente dell’opera potrebbe essere un ammiratore di Caravaggio, il banchiere Vincenzo Giustiniani
  • L’episodio rappresentato è raccontato nel Vangelo di Giovanni e mostra Gesù che torna in carne ed ossa tra gli Apostoli dopo essere risorto. Tommaso non riesce a credere che Gesù sia tornato dai morti, e così mette una mano nel costato di Cristo per essere certo e ritrova la Fede

Storia

Non sappiamo con certezza chi abbia commissionato quest’opera a Caravaggio, ma con buone probabilità potrebbe trattarsi del banchiere Vincenzo Giustiniani.

Quest’ultimo ha richiesto diversi lavori al pittore e forse questa dedicata a San Tommaso l’ha dipinta nel 1606.

Lo stesso Giustiniani nei suoi documenti parla di una copia dell’opera che si trovava a Genova; poi, 20 anni dopo, ritroviamo il capolavoro tra le sue proprietà.

Quando in seguito viene smembrata tutta la collezione delle opere di Giustiniani, questa tela finisce in Prussia.

Lo Stato compra il San Tommaso Caravaggio nel 1816 ed in un primo momento lo espone nel castello di Charlottemburg.

In seguito invece lo trasferisce alla Bildergalerie di Potsdam, dove si trova ancora oggi.

Descrizione

Il momento ritratto da Caravaggio è citato nel Vangelo di Giovanni: è l’istante in cui Gesù si mostra agli apostoli (Tommaso compreso) dopo la sua resurrezione.

Tommaso non era con loro quando Cristo si è mostrato per la prima volta e non credeva che dopo la sua morte fosse tornato tra i vivi.

Così dice agli altri Apostoli che avrebbe creduto alla resurrezione di Gesù soltanto quando lo avrebbe visto di persona e gli avrebbe messo un dito nel costato.

Otto giorni dopo Gesù ritorna a far visita agli Apostoli e mette alla prova la fede di Tommaso, facendogli mettere le dita nel suo costato.

Increduilità San Tommaso Caravaggio
L’Incredulità di San Tommaso Caravaggio

Per questo lavoro il pittore decide di utilizzare un formato orizzontale in cui fa rientrare tutte e quattro le figure: Gesù, Tommaso e due Apostoli.

Sullo sfondo non c’è nulla, in questo modo possiamo concentrarci sulla scena, ed in particolare sul gesto ed il volto di Tommaso.

Particolare espressione Tommaso Caravaggio Incredulità di San Tommaso

La fonte di luce arriva da destra ed illumina:

  • Fronte di Tommaso mettendo in risalto la sua espressione di stupore
  • Il profilo ed il costato di Gesù
Particolare direzione luce Incredulità San Tommaso Caravaggio
Particolare luce Caravaggio San Tommaso

Se da una parte c’è un ingrandimento da parte del pittore sull’espressione di stupore e dubbio di Tommaso, viene bilanciata dal volto tranquillo e sereno di Gesù.

Particolare Gesù San Tommaso Incredulità San Tommaso Caravaggio
Particolare dell’espressione di San Tommaso e di Gesù

E nel piccolo spazio che ha a disposizione, Caravaggio mette tutti i protagonisti, “incastrandoli” in una posizione con cui i loro volti formano una croce ravvicinata.

Particolare composizione croce Incredulità San Tommaso Caravaggio
Particolare della croce nella composizione

E non solo: seguendo gli sguardi dei protagonisti si forma una sorta di triangolo che guida ancora una volta la nostra attenzione proprio sul gesto di Tommaso.

Particolare triangolo sguardo composizione incredulità San Tommaso Caravaggio
Particolare della composizione triangolare sguardi degli apostoli nell’Incredulità di S Tommaso Caravaggio

Più e più volte la nostra attenzione viene guidata lì, sul gesto di Tommaso che infila le dita nel costato del Signore che è diventato carne ed ossa.

Particolare costato Incredulità San Tommaso Caravaggio
Particolare del costato di Gesù

Gli altri due apostoli protagonisti osservano la scena, silenziosi e meravigliati.

Particolare apostoli Incredulità San Tommaso Caravaggio
Particolare degli Apostoli

Caravaggio va oltre e lavora ancora sulla composizione, infatti, seguendo l’asse orizzontale (formato dal braccio di Tommaso e dalle mani di Gesù) e l’asse verticale (si traccia tra le due teste degli Apostoli e prosegue sul collo di Tommaso) ed un arco (formato dalla schiena di Tommaso e di Gesù), il fulcro della scena è sempre il gesto di Tommaso.

Composizione Asse verticale orizzontale curva incredulità San Tommaso Caravaggio
Particolare della composizione

Anche se l’Incredulità di San Tommaso è un soggetto ripreso anche da altri artisti, Caravaggio prende una strada diversa.

Elimina tutto il non necessario e mette al centro il gesto dell’Apostolo. La percezione visiva e tattile porta al rinnovamento della fede, tutto in linea con la Controriforma di quegli anni.

Per quanto riguarda lo stile, secondo lo studioso Marini, con quest’opera Caravaggio prosegue su un genere di composizioni che ruota tutto ad un particolare dettaglio, come si vede nelle precedenti opere che ha realizzato: I Bari, la Resurrezione di Lazzaro e l’Ecce Homo.

Incredulità San Tommaso Bari Ecce Homo Resurrezione Lazzaro Caravaggio
Incredulità di San Tommaso (in alto a sinistra), I bari (in alto a destra), Ecce Homo (in basso a sinistra) e Resurrezione di Lazzaro (in basso a destra)

Curiosità

1. Secondo lo studioso Ferdinando Bologna c’è una certa corrispondenza tra la testa dello staffiere che si vede nella Conversione di Saulo (sempre di Caravaggio) e la testa dell’Apostolo sopra San Tommaso.
2. Esistono altre copie di quest’opera. Un paio sono in delle collezioni private (una a Parigi, l’altra a Bologna), mentre una è conservata agli Uffizi, un’altra a Madrid ed un’altra ancora in Inghilterra.

Particolare apostolo Incredulità San Tommaso Staffiere Conversione San Paolo Caravaggio
Particolare dell’apostolo nell’Incredulità di San Tommaso (sinistra) e dello staffiere nella Conversione di san Paolo (destra)
Incredulità di San Tommaso YouTube

Domande Frequenti sull’Incredulità di San Tommaso di Caravaggio

Dove si trova l Incredulità di San Tommaso di Caravaggio?

L’incredulità di San Tommaso di Caravaggio si trova nella Bildergalerie a Potsdam.

Cosa ci insegna Gesù nella storia di San Tommaso quadro del Caravaggio?

L’opera di Caravaggio ci insegna che l’amore di Dio per noi è l’amore che ci dimostra Gesù, morto per i nostri peccati e risorto dai morti.

Dario

Sono un blogger curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far conoscere i capolavori della storia dell'arte nell'era digitale.

2 risposte

  1. Anna Maria Di Loreto ha detto:

    La luce di Cristo irradia tutto il dipinto. Egli è la luce, la verità e la vita

  2. Gianni Catapulta ha detto:

    Bello!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *