In riva al mare di Renoir: analisi completa del quadro

Procediamo senza perdere troppo tempo tra le più belle opere del pittore francese Pierre-Auguste Renoir, che stiamo imparando a conoscere attraverso i bellissimi quadri che ha realizzato nell’arco della sua vita. Oggi vedremo un’altra tela che ha sempre per protagonista una donna molto vicina al pittore e che abbiamo già potuto ammirare in altre tele realizzate sempre da Renoir: il quadro in questione è intitolato In riva al mare.

In-riva-al-mare-renoir-analisi

Data di produzione: 1883

Dimensioni: 92,1 x 72,4 cm

Dove si trova: The Metropolitan Museum of Art, New York

In riva al mare è un bellissimo quadro realizzato da Renoir nel 1883 dopo molto lavoro; dando una prima occhiata al quadro si può notare che non sono presenti molti elementi ad arricchire la tela, se non una donna seduta su una sedia e alle sue spalle un bellissimo panorama diviso in due parti: sulla destra si nota infatti qualche dettaglio del mare, mentre sulla sinistra invece la parte bassa di uno scoglio o meglio di una montagna. Cerchiamo di capirci qualche cosa in più.

I più abili avranno notato fin da subito che questo quadro non è esattamente come le tradizionali tele di Renoir, anzi, è molto differente dal punto di vista stilistico; qui possiamo notare che dà parecchia importanza al contorno e anche al modello, andando nettamente in contrasto con i principi che vengono insegnati all’interno della tradizione impressionista.

I pittori impressionisti infatti sono noti soprattutto per la riproduzione di scene in ambienti aperti, dove cercano di catturare la luce e di riprodurre molto velocemente e verosimilmente determinate scene, che poi elaboreranno con maggiore dettaglio all’interno dei propri studi; Renoir all’interno di questo quadro non mantiene nessuna delle suddette caratteristiche poiché bisogna sapere che tra il 1881 e il 1882, egli effettuò un viaggio in Italia e rimase particolarmente affascinato dalle opere rinascimentali.

In riva al mare è stato realizzato probabilmente all’interno dello studio dello stesso artista e non en-plein-air, dando ancor più fondo alla teoria secondo cui questa tela non è assolutamente da considerare impressionista. Sembrerebbe che la spiaggia riportata all’interno della tela sia quella vicino Dieppe, sulla costa della Normandia; la modella è ovviamente Aline Charigot, che abbiamo già visto in altre tele del pittore, la quale non è altro che la sua futura moglie e si può anche notare che le sopracciglia scure, il naso tipico inclinato e il volto di questo rosa sono delle caratteristiche che ricorrono spesso nelle tele di Renoir.

Dario Mastromattei

Sono un blogger assetato di conoscenza curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far scoprire i capolavori e la bellezza dell'arte nell'era digitale.

Una risposta

  1. Dario Lodi ha detto:

    vero, non è impressionista. E’ una fresca e istintiva raffigurazione di una bellezza nella natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *