Il Cristo Giallo di Paul Gauguin: analisi completa dell’opera

Oggi, ti parlerò di un quadro molto importante, realizzato a fine Ottocento dal pittore Paul Gauguin: quest’ultimo fu un artista eclettico ed autore di molte tele; molti dei suoi lavori, oggi vengono considerati degli storici capolavori dalla critica. Nella sua vita, Gauguin, ebbe anche la possibilità, di vedere dal vivo molti dei quadri di Van Gogh, poiché condivise per qualche tempo una casa con il celebre pittore olandese. Il quadro di Gauguin di cui ti parlerò oggi, è intitolato Il Cristo Giallo.

Qui, potrai leggere tutto quello che riguarda il Cristo giallo di Gauguin, come la data di realizzazione, dimensioni, luogo di conservazione attuale, il significato giallo e molto altro.

Il Cristo giallo Gauguin analisi

“Il Cristo giallo” Paul Gauguin

Data di realizzazione: 1889

Dimensioni: 91,1 x 73,4 cm

Dove si trova: Albright-Knox Art Gallery, New York

Per Paul Gauguin il Cristo giallo, rappresenta una delle opere più importanti di tutta la sua carriera pittorica; nel 1886, aveva visitato Pont-Aven, e successivamente, fece innumerevoli viaggi in questa località, rimanendoci, addirittura, per vari mesi.

Durante uno dei suoi ultimi ritorni a Pont-Aven, nacque l’idea (e così, anche la realizzazione) del Cristo giallo Gauguin.

La scena del celebre quadro, è ambientata in campagna, con al centro Cristo crocifisso; ai piedi della croce si trovano tre donne, vestite con tradizionali abiti bretoni, dipinte mentre sono in preghiera.

Spostando lo sguardo alle spalle dei protagonisti del lavoro di Gauguin Cristo giallo, si possono scorgere innumerevoli alberi, un piccolo fiume e tre piccole case sul lato destro della scena.

Gauguin, per la realizzazione di quest’opera, trae liberamente ispirazione dalle antiche opere medievali aventi per soggetto la Crocifissione, apportando, però, qualche modifica: al posto di Cristo, si trova un semplice Crocifisso, ed inoltre, sostituisce la Vergine, la Maddalena ed i vari apostoli, con tre semplici contadine.

Il Cristo giallo significato è il seguente: Gauguin, vuole inserire, nella vita di tutti i giorni, il mistero del sacrificio come aspetto sacro fondamentale, per la rinascita della vita.

L’artista, inoltre, volendo intensificare il significato Cristo nell’opera, utilizza in modo smodato (e volontario), il colore giallo in tutta la composizione: questa tonalità, infatti, rappresenta simbolicamente, l’unione tra il grano e Cristo.

L’opera, inoltre, rivela in gran modo l’influsso dello stile del cloissonisme: questo stile, è riconoscibile dalla grande somiglianza con le grandi vetrate delle cattedrali gotiche; gli elementi fondamentali del quadro di Gauguin, infatti, sono delimitati da grandi linee nere, proprio come accade con le figure delle vetrate.

Autoritratto dell'artista con il Cristo Giallo Gauguin analisi

“Autoritratto dell’artista con il Cristo Giallo” Paul Gauguin

Infine, sono presenti altre opere di Gauguin, che sono strettamente connesse al Cristo giallo, come ad esempio l’autoritratto Gauguin realizzato tra il 1890 ed il 1891, dove in primo piano si trova l’artista, ed alle spalle l’opera con protagonista il Crocifisso.

 

Dario Mastromattei

Sono un blogger curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far conoscere i capolavori della storia dell'arte nell'era digitale.

Una risposta

  1. Noemi ha detto:

    sei stato ottimo!pazzesco!spero che il tuo sapere mi aiuti domani per una verifica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.