I funerali di Patroclo di Jacques-Louis David: analisi completa del quadro

Voglio farti conoscere un quadro di Jacques-Louis David ispirato all’Iliade di Omero. David è stato uno dei più grandi artisti francesi vissuti tra ‘700 ed ‘800, ed i suoi lavori ci hanno aiutato a comprendere il francese post-rivoluzione francese e di Napoleone Bonaparte. Il quadro di cui voglio parlarti oggi racconta uno dei momenti più tristi dell’opera di Omero, ed è intitolato I funerali di Patroclo.

Quando avrai finito di leggere questo articolo, posso assicurarti che apprenderai tante nuove informazioni di questo lavoro, come la data di realizzazione della tela, le dimensioni, dove è esposto ora ed il significato della scena rappresentata da David.

Funerali di Patroclo David analisi

“I funerali di Patroclo” Jacques-Louis David

Data di produzione: 1778

Dimensioni: 33 x 75,5 cm (Dimensioni dell’affresco presente nel Louvre)

Dove si trova: National Gallery of Ireland, Dublino

Sai la storia della morte di Patroclo? Te la riassumo brevemente qui.

Patroclo, con Achille, faceva parte dell’esercito degli Achei, ed erano impegnati nella guerra contro i Troiani.

Durante la guerra, Ettore (il campione dei troiani), con il supporto di Apollo era giunto all’accampamento degli achei ed aveva bruciato le navi degli avversari.

Patroclo, scoperto questo devastante attacco, andò da Achille e lo implorò di poter indossare la sua armatura e combattere al posto suo.

Dopo molte esitazioni, Achille accettò ad un’unica condizione: quando i troiani si sarebbero ritirati dal combattimento contro Patroclo, anche lui si sarebbe dovuto fermare.

Patroclo accettò e si lanciò nel conflitto. Gli avversari, scambiandolo per Achille, si spaventarono e morirono in molti.

Purtroppo Patroclo, esaltato dal conflitto, continuò ad avanzare ed ignorò l’avvertimento di Achille: così venne colpito prima da Apollo e successivamente venne ucciso da Efuorbo.

Achille, scoperta la morte di Patroclo, decise di entrare in guerra e solo dopo molte difficoltà, riuscì a riprendere il corpo del suo amico, per rendergli onore e per piangere la sua scomparsa.

David, nella sua tela rappresenta i funerali di Patroclo, dopo la conclusione dei tradizionali giochi funerari che venivano indetti per ricordare i guerrieri caduti.

La scena è stracolma dell’influenza neoclassicista: David rielabora completamente il mito greco sull’onda del successo degli studi dell’archeologo tedesco Winckelmann.

L’obiettivo ideale dei neoclassici erano gli antichi: coloro che seguivano questa corrente artistica, ritenevano che i popoli del passato avessero raggiunto la perfezione in tutti i campi, e solo con l’imitazione si poteva giungere ad essere loro pari.

Guarda con attenzione l’opera. A primo impatto, è molto difficile scovare Patroclo tra i tantissimi protagonisti.

Particolare Patroclo Achille Jacques Louis David analisi

Particolare di Patroclo ed Achille

Se fai attenzione, puoi vedere che al centro risaltano, sull’altare Achille ed il cadavere di Patroclo.

Particolare donne achei omaggi funerali patroclo Jacques-Louis David analisi

Particolare degli omaggi funerari (sinistra)/Particolare delle donne, degli achei (destra)

Dietro di loro c’è la grande pira che verrà acceso da lì a poco per cremare i cadaveri del guerriero e degli altri caduti. Attorno a loro ci sono molti achei, di cui molti sono disperati per la perdita dei guerrieri, ed altri portano gli omaggi per rendere onore ai caduti.

David, diversamente dagli altri quadri mitologici che dipinse, questa volta ha optato per una visuale allargata (includendo tantissimi protagonisti impegnati in modo diverso), piuttosto che per una visuale ristretta con il cadavere di Patroclo come unico protagonista.

  • 1
    Share

Dario Mastromattei

Sono un blogger assetato di conoscenza curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far scoprire i capolavori e la bellezza dell'arte nell'era digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *