Corpus di Gian Lorenzo Bernini: analisi completa della scultura

Procediamo con la descrizione di un altro lavoro di Gian Lorenzo Bernini, scultore innovatore e rivoluzionario del Seicento, i cui lavori hanno segnato in modo indiscutibile il mondo della scultura moderna italica e non solo. Abbiamo già visto tutto quello riguarda l’opera tributaria alla suora Maria Raggi, ed oggi andremo a scoprire un’altra opera a tema religioso, intitolata Corpus.

In questo articolo parleremo di tutto quello che riguarda quest’opera: la storia, la data di realizzazione, il materiale utilizzato, il luogo di conservazione e molti altri dettagli che potranno aiutarci a ricostruire un quadro con tutte le caratteristiche importanti di tale lavoro del Bernini.

Corpus Bernini scultura bronzo Toronto Gesù Cristo

“Corpus” Gian Lorenzo Bernini

Data di produzione: 1650

Dimensioni: NON DEFINITE

Dove si trova: Art Gallery of Ontario, Toronto

“Corpus” è stata realizzata da Gian Lorenzo Bernini utilizzando solo il bronzo. La storia legata a quest’opera è molto interessante: si narra che siano state realizzate tre versioni del “Corpus” di Bernini; una prima versione di questa scultura, purtroppo, sarebbe andata distrutta durante la Rivoluzione Francese, l’altra sarebbe conservata tra le opere della collezione della famiglia reale spagnola, e riguardo la terza, è stata localizzata in Italia ma poi si sono perse le tracce nel 1790.

La versione di cui riferiamo oggi non è nessuna delle tre citate in precedenza; purtroppo non ci sono sufficienti notizie per poter constatare se l’opera conservata oggi a Toronto sia proprio una delle tre versioni di cui abbiamo parlato poc’anzi.

La storia che riguarda l’arrivo di questo “Corpus” a Toronto è molto interessante: si hanno le prime notizie certe nel 1908 a Venezia, quando si sente parlare di questa scultura per la prima volta; successivamente la ritroviamo negli Stati Uniti d’America, dove, scambiata per un’opera di qualità minore, è stata venduta ad un’asta per soli 200 dollari. Nel 2007, l’opera viene acquistata da Murray Frum, un imprenditore canadese, il quale poi lo dona all’Art Gallery of Ontario.

Dopo innumerevoli studi effettuati su questo “Corpus”, è stato accettato unanimemente accettato che si trattasse di un lavoro del Bernini, il quale probabilmente lo realizzò per annoverarlo all’interno di una sua collezione.

L’opera, completamente realizzata in bronzo, ritrae Gesù crocifisso: tutti i dettagli del corpo sono finemente realizzati e allo stesso modo anche il panno che avvolge e copre la vita di Gesù è realizzato in modo sopraffino; il Bernini non tralascia alcun dettaglio: la posizione della testa del protagonista e l’espressione spenta, lasciano intuire che la vita abbia appena abbandonato il suo corpo e tutto il suo corpo si sia “spento” e le membra siano rilassate poco dopo la sua morte.

Dario

Sono un blogger curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far conoscere i capolavori della storia dell'arte nell'era digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.